Psicologo a Firenze

Psicoterapeuta a Firenze Dott. Silvia Bertini

  29/05/2020     Silvia 
L’ effetto alone

  L’ effetto alone

 

L’EFFETTO ALONE. Cos’é?

L’effetto alone è quel meccanismo per cui si attribuisce alla persona la caratteristica o la qualità (positiva o negativa) di una sola parte di essa.

Ad esempio, un bell’aspetto tende a indurre nell’altro l’idea che la persona di bell’aspetto sia anche una “bella persona”. Al contrario, una persona di aspetto sgradevole viene spesso percepita come una “brutta persona”. Ecco perché questo effetto si chiama ALONE: l’ ALONE di una caratteristica investe l’intero individuo.

La comprensione di questo meccanismo ci fa comprendere quanto il presentarsi in un certo modo possa avere importanza in determinate situazioni come, ad esempio, un colloquio di lavoro o quando si ha il ruolo di leader di un qualche gruppo.

Per la verità, anche se l’effetto alone non si presenta davvero sempre, infonde quasi ogni momento della nostra vita anche privata.

L’EFFETTO ALONE è stato definito per la prima volta nel 1920 da Thorndike, uno psicologo statunitense, a seguito di alcune sue ricerche sulle gerarchie militari.

  0 Commenti |     Aggiungi   |


© Maurizio Tiranti 2020