Psicologo a Firenze

Psicoterapeuta a Firenze Dott. Silvia Bertini

  27/04/2021     Silvia 
L'analfabetismo emotivo o alessitimia

  L'analfabetismo emotivo o alessitimia

 

Le regole per riconoscere un analfabeta emotivo



Quante volte vi siete sentiti non capiti, non ascoltati, non compresi, incolpati ingiustamente?

Se questo vi capita spesso e sempre con la stessa persona, forse avete a che fare con un analfabeta emotivo.

La capacità di comprendere e condividere le emozioni, e quindi anche l'empatia, sono tappe di un apprendimento che comincia fin da piccolissimi.
E' la relazione genitoriale e, più tardi, quella coi pari che ci insegna a comprendere che sentiamo qualcosa, che cos'è ciò che sentiamo e come utilizzare quel sentire.

Se non siamo in grado di riconoscere e regolare le nostre emozioni tendiamo a una disregolazione dell'azione, quello che viene chiamato acting out.

Il non saper riconoscere e regolare le proprie emozioni fa virare lo stato emotivo verso un' emozione unica: la rabbia. E' proprio la rabbia che porta alla tendenza ad un'azione non controllata.

Quali sono le caratteristiche dell'analfabeta emotivo?

- non si mette in discussione
- non è capace di confronto
- si sente migliore di tutti gli altri
- non considera il punto di vista dell'altro
- non riesce a contenere le sue emozioni
- ritiene di essere il depositario della verità
- la rabbia è la sua emozione dominante
- colpevolizza sempre gli altri per ciò che gli accade
- è molto influenzato dai media e dal main stream (raramente è un originale o è capace di pensiero veramente indipendente)
- è sempre screditante verso l'altro.

Spesso un analfabeta emotivo ha delle competenze sviluppate in ambiti molto settoriali ma ha un pensiero molto rigido. Spesso è razzista, sessista, narcisista... Ha, cioè, un pensiero estremamente polarizzato proprio perché gli deriva dalla sua incapacità di figurarsi l'altro e i suoi stati d'animo.

Naturalmente, l'incapacità di comprendere e regolare le proprie emozioni, porta di frequente a situazioni patologiche di comorbilità e, praticamente sempre, a disturbi d'ansia e depressivi.

In termini più tecnici l'analfabeta emotivo è un alessitimico - dal greco alfa privativo-lexis (parola)-thymos (emozione).

A breve potrete approfondire il tema dell' alessitimia in un nuovo articolo che sarà linkato qui.



  0 Commenti |     Aggiungi   |


© Maurizio Tiranti 2020